• Italian
  • English (US)

La foto che rappresenta gli umani alla deriva

Cosa sta succedendo alla specie più intelligente?

 

L'immagine di questa settimana non rappresenta solo un uomo in mare, ma una parte dell'umanità alla deriva.

 

Non so in quanti di voi abbiano avuto l'occasione di leggere questa notizia, anche perchè le testate giornalistiche che se ne sono occupate sono davvero davvero pochissime....questo già dà da pensare.

Ma riassumiamo.

 

La SeaBird ha segnalato 4 volte alle guardie costiere Italiane, Libanesi e Maltesi che durante un volo di prova è stato avvistato il cadavere di un uomo, alla deriva su un gommone mezzo affondato, questo il 30 giugno 2020...siamo al 20 luglio 2020 e nessuno si è ancora mosso per il recupero.

Come si suol dire, una breve storia triste, molto triste.

Dell'uomo, ovviamente non si sa nulla, se non che è da 20 giorni alla deriva in mare, potrebbe essere chiunque, ma finchè non verrà recuperato non lo sapremo.

Perchè non è stato recuperato? Non è dato saperlo.

 

Ho scelto di parlare di questa notizia, proprio perchè nessuno ne parla!

Il primo articolo l'ho trovato su "la Repubblica" ed è uscita, successivamente, su alcune testate minori (passatemi il termine), ma tutti avevano lo stesso tipo di informazioni che sono pressochè quelle descritte sopra.

Parliamoci chiaro: negli ultimi mesi, si sta perdendo un pò la bussola. Giustamente? Non saprei, ma è per certo che l'emergenza sanitaria che stiamo vivendo, ha fatto venire a galla tante cose, forse troppe, che dobbiamo affrontare.

Trovo assurdo che si discuta sulla forma fisica di una ministra che si gode una giornata al mare (anche qui, ce ne sarebbe da dire sul femminismo e sull'umanità di chi scrive e pubblica questi articoli), ma non viene data rilevanza al fatto che le persone vengono abbandonate al loro destino.

 

Potrebbe essere un migrante o potrebbe essere un italiano, un maltese, un inglese, un americano che durante una gita in barca ha avuto un terribile incidente.

Ma a prescindere da chi sia questa persona, perchè non merita di essere recuperato e riconsegnato ai famigliari? Perchè questa persona non merita di essere trattata con rispetto e dignità?

Chissà se qualcuno mai, avrà il coraggio di rispondere a questa domanda...

Potremmo farne un'infinità di domande sul perchè i migranti non meritano di essere accolti, sul perchè delle donne in cinte, dei bambini e delle famiglie non possano ricevere il nostro rispetto e il nostro aiuto.

Ma sono quasi certa che basti trovare la pagina Twitter di qualche politico per trovare risposte abbastanza sconfortanti e senza un senso logico....quindi chiudiamo la parentesi.

 

Adesso vorrei chiedere qualcosa a voi che leggete: se foste voi o un vstro familiare a galleggiare in mezzo al nulla? Cambierebbe il vostro parere?

Sono certa che qualcuno si è sentito pizzicato, di conseguenza la domanda che segue è: perchè tu meriti più rispetto di quella persona?

 

L'essere umano ha la pessima abitudine di definirsi "specie più evoluta", mh, riguardo a questo avrei quelche obiezione:

  • una specie intelligiente distruggerebbe l'unico pianeta a cui a disposizione, autocondannandosi all'estinzione solo per avere più soldi? Non credo...

  • una specie intelligiente si sterminerebbe da sola in nome di una religione o della politica? Non credo che esisteno religione e politica al di fuori della specie umana....

  • una specie intelligente lascerebbe i suoi simili annegare in mezzo al mare, o lascerebbe vagare alla deriva il corpo senza vita di un suo simile? Su youtube ci sono video di animali, di specie diverse, a volte anche prede e predatori, salvarsi da situazioni pericolose....

 

Inviterei, in fine, tutti voi a riflettere sul perchè questa notizia non sta avendo risonanza, ci sono tanto di foto e video, ma sembra davvero passare solo in sottofondo.

 

Come sempre sono curiosa di sapere la vostra opinione e magari la risposta a qualcuna delle mille domande che vi ho fatto in questo articolo, potete farlo su Facebook o Twitter dove mi trovate come stefaniagattiph!

Vuoi scoprire se siamo pronti per andare su Marte? clicca qui
E come si manifesta la paura di chi è diverso da noi? clicca qui