• Italian
  • English (US)

Pholis:

Impariamo a danzare sotto la pioggia

 

Quando ho scattato questa foto e registrato il suo audio, l'idea di una pandemia globale che ci avrebbe costretti tutti a casa, non sfiorava nemmeno leggermente la mia mente...ma il concetto della foto rispecchia e si adatta perfettamente la situazione che tutti noi stiamo vivendo in queste settimane.

 

La pioggia, spesso, viene considerata come un elemento di disturbo, come un avvenimento che non ti permette di fare ciò che vuoi e andare dove vuoi.

Io non lo penso.

Credo invece che sia un'occasione per osservare cosa cambia rispetto ad una bella giornata di sole: perchè un evento climatico dovrebbe avere tanto peso nelle nostre vite? Agli altri animali non importa, perchè a noi disturba così tanto?

 

Guardate questi uccellini, piove, fa freddo, dovrebbe essere un inizio splendido di primavera, invece sembra autunno inoltrato; dopo mesi di freddo questi uccellini si aspettavano una bella giornata tiepida di Aprile e invece li accoglie un freddo pungente e umido.

Ma a loro non importa: piove, e quindi? Bisogna comunque mangiare, bisogna comunque spostarsi, bisogna comunque vivere, indipendentemente dal tempo, non possono permettersi di aspettare che la pioggia cessi, potrebbe voler dire patire la fame.

 

Trovo interessante ragionare su quanto, noi umani, ci faciamo influenzare da avvenimenti che non possiamo cambiare invece di concentrarci su ciò che possiamo davvero influenzare. La pioggia cade e cadrà sempre, che lo vogliamo o no, ma il nostro umore, le cose da fare, i posti da vedere, li decidiamo noi. Prendiamo esempio da questi passerotti che cinguettano sotto la pioggia battente di Torino, come se fossero al centro di un parco...

 

Quando li ho visti, ho deciso di chiudere l'ombrello, perchè non potevo permettermi di perdere un'occasione a causa della pioggia. Voi direte "è solo una foto", ma per me è stato un momento per poter creare e fermare nel tempo qualcosa di bello e significativo, che non si ripeterà mai più nello stesso modo, non è mai solo una foto: è il fermo immagine di un istante unico e inimitabile nella storia e nel tempo, è una testimonianza, è un messaggio tangibile e alla portata di tutti, è il mio punto di vista sul mondo che ci circonda...questo per me è la fotografia.

Quindi, la riflessione che ti propongo è quella di non lasciarti più condizionare da ciò che non puoi cambiare e non permettere che qualcosa di ineluttabile ti impedisca di fare ciò che desideri nella vita.

 

"Life is not about wait the storm to pass, it's about learn to dancing in the rain".

 

Tutti noi stiamo vivendo lo stesso temporale, non è una questione di meteo, questo è ancora più frustrante: è una tempesta invisibile che fa alternare la paura alla voglia di riprendere in mano le proprie vite. Ma ha una cosa in comune con il meteo, non possiamo cambiarlo ,è qui, c'è e fa male...molto male, l'unica cosa che possiamo fare e imparare a vivere questa situazione al meglio che possiamo senza limitarci a ad aspettare impotenti che passi e cercando di essere un pò migliori per noi e per gli altri.

 

Tutto questo rappresenta per me questa foto, quindi ho deciso di inserirla nel progetto Pholis e renderla ancora più speciale. Ora vorrei sapere da te cosa rende speciale una foto e se, anche tu, hai imparato a "danzare sotto la pioggia"!

Potrai dirmelo su Twitter o sulla mia pagina Facebook!

 

Vuoi approfondire il progetto Pholis e il suo significato? Allora clicca qui

Vuoi rivedere il primo scatto del progetto? Allora clicca qui mentre, per leggere il suo approfondimento clicca qui o il dietro le quinte clicca qui