• Italian
  • English (US)

Il potere della fotografia e dei fotografi

Come possiamo essere testimoni e influencer attivi del nostro tempo

 

La fotografia, ha un potere immenso che spesso, sottovalutiamo: tutti possono essere veicolo di diffusione di informazioni, abbiamo tutti una scelta che può essere quella di diffondere la verità o di manipolarla per avere più audience.

 

Grazie al digital e al mondo on-line tutti possiamo condividere le propire immagini e le proprie idee, ma quanto ci facciamo coinvolgere nel circolo vizioso delle visualizzazione e dei like? Quanto questo influenza la nostra scelta dei contenuti da condividere?

A tutti noi è capitato di scegliere di pubblicare un contenuto piuttosto che un'altro, in base alla quantità di views che avrebbe potuto ottenere anche se, in realtà non rispecchiava veramente quello che volevamo esprimere con quel post.

Il circolo vizioso del like è qualcosa che, purtroppo, influenza tantissimo il tipo di informazioni e notizie a cui viene dato spazio, pensiamo ai trending hashtag di twitter: in questo periodo dovrebbero essere dedicati a come affrontare la pandemia, alle attività proposte da vari enti, a come salvaguardare la propria sicurezza o a come aiutare la propria azienda ad affrontare il periodo di cambiamento....invece riguardano Dybala, Gigi Hadid e SummertimeNetflix.

 

Ti chiederai cosa ha a che fare tutto questo con la fotografia: pensa ai giornali, pensa a tutti quei post che fanno informazione, cos'hanno in comune? Fotografie.

Le foto hanno una parte essenziale nella comunicazione, perchè attirano l'attenzione, in quanto il nostro cervello legge più velocemente una foto piuttosto che un testo: guardi una foto e in pochissimi secondi sai di cosa si tratta, guardi un titolo e devi leggerlo, capirlo e contestualizzarlo perchè a volte non è così esplicito.

Va da se che le foto acquistano un potere immenso, e noi che scattiamo e condividiamo ne siamo i pieni detentori, anche perchè adesso basta avere un account Twitter, Facebook o Instragram per condividere i nostri lavori e le nostre idee.

 

Noi possiamo essere degli influencer attivi e importanti: pensate se tutti condividessimo fotografie di speranza, di gioia e di rinascita, i trend diventerebbero quelli e più le persone se ne interessano, più si diffondono questi stati d'animo, più la positività diventa un trend e questo anche grazie all'impatto comunicativo di un'immagine.

Dobbiamo ricordare che è bello avere tanti like, è bello avere tanti follower, ma credo che pochi ma buoni siano meglio: preferisco avere qualcuno che mi segue e mi supporta perchè capisce quello che voglio comunicare, piuttosto di qualcuno che mi segue perchè seguo le tendenze e smette di farlo appena la tendenza cambia e io non riesco a starci dietro.

 

Ammettiamolo, il nosto lavoro è frustrante a volte, perchè siamo tantissimi e c'è tantissima concorrenza, come tutti i lavori artistici e creativi viene spesso sottovalutato e tutto questo ci porta a trovare una nostra nicchia e a fermarci lì: ci costruiamo il nostro spazio, il nostro giro di clientela e la nostra comfort zone, ci limitiamo...ci siamo passati tutti.

Ma credo che il bello della fotografia sia che ferma un momento unico e irripetibile, un momento che mai sarà uguale nei secoli e i millenni, questo lo rende un lavoro speciale e ci rende testimoni attivi di quello che accade nel mondo, che sia lo sbocciare di un fiore o il crollo di un governo.

 

Questo è il nostro potere: trasmettere la forza e l'importanza dei momenti e del tempo che viviamo, e grazie alla possibilità di condividelo, mettiamo i risultati dei nostri lavori a disposizione di tutti anche se a qualcuno non piaceranno, anche se qualcuno non ci capirà non importa! Anche se quello che vogliamo dire, adesso, è importante solo per noi, magari in un futuro non lo sarà, magari in futuro la nostra foto sarà importante per qualcuno che farà una ricerca sul COVID-19 e vorrà vedere cosa facevamo chiusi in casa tutto il giorno.

 

Ricordiamoci sempre del potere che le nostre immagini possono avere, indipendentemente da quanti anni abbiamo, da quanta esperienza abbiamo e dai mezzi che usiamo: l'arte non ha restistrizioni, ognuno è libero di creare nel modo che più lo rispecchia, questo è il bello del nostro lavoro, non dimentichiamolo.

 

Ora tocca a voi! Avete deciso di uscire dalla vostra comfortzone? Cosa avete deciso di trasmettere al mondo e lasciare ai posteri?

Sono curiosa di leggere le vostre opinioni a riguardo, mi trovate sempre su Twitter e Facebook, mentre su Instagram trovere dei simpatici contest e potrete rimanere sempre aggiornati sulle mie pubblicazioni!

 

Se vuoi approfondire il tema della creatività in ambito social: clicca qui

Se invece sei stufo di essere vittima di fake news: clicca qui